giovedì 18 ottobre 2012

UNA CORSA DA RE 2012

In occasione del quinto anniversario dalla riapertura della Reggia di Venaria dopo l'importante restauro volto a recuperare l'antica residenza sabauda alle porte di Torino e per festeggiare in concomitanza la collaborazione e integrazione tra la Reggia e l'adiacente Parco della Mandria, la Regione Piemonte, col supporto tecnico della mia squadra Base Running ha voluto organizzare per domenica 14 ottobre una corsa non competitiva sulle distanze di 4, 10 e 21 chilometri: "Una Corsa da Re".

Giunto da un settimana in cui ho cercato di recuperare al meglio le fatiche dell'Arrancabirra che mi avevano lasciato qualche strascico a livello muscolare per le discesa non corse al meglio e con solo uscite lunghe di cui una abbastanza impegnativa, mi presento domenica mattina in buone condizioni generali per correre la distanza più lunga. Dietro la linea di partenza siamo in 5000 partecipanti, numero che ha obbligato la chiusura anticipata delle iscrizioni per poter garantire a tutti un buon servizio, suddivisi in due griglie: quella della 4 chilometri e quella mista di chi si cimenterà sulle altre due distanze. La mia idea è quella di correre un buon allenamento, possibilmente in progressione e così avviene per i chilometri poi la storia cambierà in modo piacevole.
Parto insieme all'amico Bruno, dai Giardini della Reggia ci dirigiamo verso il Parco per transitare la prima volta a Borgo Castello: qui ci accolgono figuranti in abito d'epoca e affacciati da quello che a suo tempo fu l'appartamento reale ci appaludono anche Re Vittorio Emanulele II e la Bela Rosin. La strada è per lo più sterrata e immersa nel verde tra vasti campi. Poco dopo il quinto chilometro i concorrenti della 10 chilometri svoltano a destra per dirigersi all'arrivo mentre noi a sinistra affrontiamo per la seconda volta la salita corta ma impegnativa per pendenza e fondo in ciotolato che ci riporta per la seconda volta a Borgo Castello. Mi ritrovo in terza posizione insieme a Bruno che, più reattivo del sottoscritto nei primi chilometri inizia a perdere un pò di terreno mentre il distacco dal primo rimane invariato a circa una cinquantina di metri. Si corre su lunghi rettilinei leggermenti ondulati in mezzo alla natura, molto bello e rilassante. A circa metà gara la corsa di Luca che mi precede diventa meno efficace e mi permette senza aumentare il ritmo di avvicinarmi e dopo due parole di sorpassarlo. Mi ritrovo così in testa e godendomi il paesaggio seguo la mtb dell'apripista che poco alla volta mi porta verso il traguardo. Si esce dal Parco per ripassare dai giardini della Reggia e infine, dopo una paio di zig-zag tra le vicine viuzze mi ritrovo nel centro storico di Venaria per correre il rettilineo finale verso il Gran Parterre dove tra gli applausi concludo la mia fatica.

Il mio tempo finale è stato di 1:16'29'', percorso mosso, nervoso e non certificato ma se non era distanza mezza maratona poco ci mancava. Non importa, domenica non era gara e sono contento per aver di nuovo provato sensazioni quasi buone dopo quelle pessime durante maratonina di Gravellona Toce di due settimane fa.
Il percorso come ho scritto precedentemente è stato a mio parere (ma anche per chi vi ha partecipato come si può leggere sulla pagina del sito e su quella fb) molto bello, completamente immerso nel verde e a toccato punti di tale interesse architettonico-culturale da essere inseriti nel patrimonio Unesco: complimenti a chi ha avuto l'idea e a chi ha permesso di concretizzarla.
Avendo carattere non competitivo la corsa non prevede premiazioni, se un riconoscimento per i primi di ogni distanza che consiste in una corona... questa mi mancava!

Le foto di Una corsa da Re a breve su fotocorsa mentre gli ordini di arrivo si possono trovare su correndo.it.
Altre belle foto sul Picasa di Pino Ruisi.


21 commenti:

Kikko ha detto...

Pensa che avrei voluto venire a correrla anch'io...ho un amico che abita a Caselle e ha cercato in tutti i modi di convincermi ma in questo periodo posso decidere le cose solo all'ultimo momento(prossima nascita del pargolo) e così non ci ho più pensato...peccato ti avrei rivisto volentieri..ovviamente da fermi:-)
Grande risultato...Re:-)

Pimpe ha detto...

@Franchino: ahahah, ecco spiegato la corona :-)))) p.s. lo sceriffo di Nottingham col giubotto bianco pero' potevamo risparmiarcelo..

p.s. e complimenti anche allla regina a fianco :-)))))))

franchino ha detto...

@ Kikko: peccato dai, ma ci sarà occasione! A presto e in bocca al lupo a entrambi!

@ Pimpe: lo sceriffo è Del Noce, c'erano parecchie personalità a corte. La regina in realtà si era attardata a farsi incipriare il naso dalle damigelle e non ha potuto presenziare, in foto c'è Nicol, compagna di squadra di entrambi.

corradito ha detto...

Complimenti , i miei genitori erano li domenica, mi hanno detto che il primo è arrivato e dopo molto sono arrivati gli altri...eri tu!!

Io probabilmente dovrò abbandonare il progetto maratona :((

franchino ha detto...

Grazie Corrado!
Mi spiace per la tua maratona e il tuo problema, ma prova ad informarti su quello che ti ho commentato...

Andrea ha detto...

Grande Franco! Ho visto la cerimonia d'incoronazione al tg :-)

saverioba74 ha detto...

e meno male che doveva essere solo un "buon allenamento"... voglio fare anche io gli allenamenti così!!! (lo so anche se corresi da solo non riuscirei ad arrivare primo...)
Mitico Franchino!!! Complimenti!!!

albrun1978 ha detto...

..la conosco quella foto!!!! :-)

Pimpe ha detto...

.. si si lo conosco .... ;-)

stoppre ha detto...

come sempre complimenti! ci stai prendendo il vizio a vincere....

ps. ma nella foto d'incoronazione vicino alla regina, vedo qualcosa che punta in basso.... eri contento? photoshop?

stoppre ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
franchino ha detto...

@ Andrea: visto anche io! Ciao!

@ Corradito: grazie Corrado!

@ Saverio: l'idea era quella poi la storia è cambiata!

@ Albrun: ho dimenticato di mettere il disclaimer del copiright!

@ Stoppre: era lo scettro...

Drugo ha detto...

Evviva re Franco I

Vincenzo DI GENNARO ha detto...

Ciao Franchino, ti faccio i miei complimenti, sei troppo forte!!!

stoppre ha detto...

:DDDD

franchino ha detto...

@ Drugo: grazie!

@ Vincenzo: grazie Vincenzo, troppo buono!

jerome ha detto...

bravo Franco,

bella gara la tua gestita bene, un puo di birra e globuli rossi a Courmayeur e ti trovi a ritrovare la forma :-)

A presto

Jerome

franchino ha detto...

Grazie Jeome, seguirò il tuo consiglio!

clodhead ha detto...

bravo Franco! come al solito offri a me lettore e podista la sensazione di correre un pò con la tua testa e le tua gambe!
buone CORSE!

Andrea87 ha detto...

Una vittoria fa sempre piacere. Bravo ed in bocca al lupo per il proseguio!

franchino ha detto...

@ Clod: grazie mille, buone corse anche a te!

@ Andrea: ti ringrazio e hai ragione, ogni tanto ci vuole e alza il morale per fare sempre meglio. Viva il lupo!