venerdì 2 maggio 2014

PRESENTAZIONE TOURLAGHI 2014

Chi diceva che la vita è una scala e c'è chi scende e chi sale?
Beh, tocca risalire e anzichè pestare gradini cosa c'è di meglio che pestare un pò di dislivello in montagna? Magari in un bel giro a tappe e magari immersi nelle dolomiti del trentino?
Atleticamente parlando la mia condizione è ai minimi termini, ho ripreso da qualche giorno e praticamente da metà gennaio avrò corso per non più di una quarantina di volte, ma nonostante questo mi sono iscritto al TourLaghi di Fraveggio, in programma a fine maggio sperando che i tendini reggano. Affronterò per al prima volta questa manifestazione, e per forza di cose sarà un'occasione più per allenarsi sui dislivelli montani che gareggiare nel vero senso della parola, ma tant'è,... tutto fa brodo e di sicuro ci sono tutte le premesse affinchè sia una bella esperienza e la scoperta di un posto nuovo.
Il giro comprende quattro tappe, da venerdì 30 maggio a lunedì 2 giugno, che si snoderanno nella valle dei Laghi vicina a Trento e più precisamente nei dintorni di Fraveggio per un totale di circa 38 km.

Cosa c'è di meglio...
...di una corsa a tappe per andare alla scoperta delle bellezze di un territorio.
La Valle dei Laghi si presta particolarmente a questo tipo di sport, una valle che si distende come un gigantesco tappeto ricamato dai cento colori, steso ai piedi delle Dolomiti e che scende dolcemente a lambire il Lago di Garda.
Mai nome fu più indovinato, per una valle come questa, che si presenta punteggiata da laghi grandi e minuscoli.
È importante per i partecipanti affrontare la gara con lo spirito giusto: lo spirito di chi, curioso del territorio in cui vive o di cui è ospite, vuole andarne a scoprire passo dopo passo gli angoli più nascosti e proprio per questo più intriganti.
Il silenzio tipico di chi cammina o di chi corre è quello che riesce, meglio di altre andature, ad accompagnare una scoperta in modo approfondito ed emozionante.

Le quattro tappe nel dettaglio, con una piccola descrizione e l'altimetria fornite dal comitato organizzatore:

30/5/2014, 1ª tappa
Località: FRAVEGGIO
Partenza ore: 19:00
Lunghezza: 4000 mt.

Prima tappa e prima novità. La partenza degli atleti in tre diversi momenti.Le prime a partire saranno le categorie femminili, alle ore 19,00, così facendo abbiamo voluto dare maggiore visibilità ed importanza alla gara rosa riservandogli un momento tutto per loro anzichè “mescolate” ai colleghi maschi. Poi, alle ore 19,30, sarà la volta delle categorie maschili MM50 e oltre, così anche i più esperti avranno il loro momento. Alle ore 20,00 ci sarà lo start delle rimanenti categorie dove presumibilmente si daranno battaglia i pretendenti alla vittoria finale della Tourlaghi 2014. Tutti si confronteranno su un anello che si svilupperà fra campagne e boschi, lungo viottoli e stradine che caratterizzano il borgo di Fraveggio da ripetersi due volte per un totale di 4 km. Con questa formula l’atmosfera sarà ancora più calda e coinvolgente con gli atleti che si inciteranno a vicenda, prima da protagonisti e poi da spettatori e viceversa, per una vera festa volta a festeggiare la ecima edizione della Tourlaghi.

***

31/5/2014, 2a tappa
Località: TERLAGO>FRAVEGGIO
Partenza ore: 18:00
Lunghezza: 14000 mt.

La seconda tappa parte da Terlago, dopo aver corso sulle rive dell’omonimo lago ci si immette sulla ciclabile, per poi abbandonarla subito dopo il 5km, e per strada sterrata prima e sentiero nel bosco poi, si raggiunge il borgo di Ciago da dove si scende verso l’arrivo di Fraveggio. Oggi i metri di dislivello totale in salita saranno 225 compensati dai 258 in discesa.

***

1/6/2014, 3a tappa
Località: LAGO DI CAVEDINE>FRAVEGGIO
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 14000 mt.

Location inedita per la partenza della terza tappa che vedrà gli atleti affrontare la frazione più lunga della Tourlaghi prendendo il via dal Lago di Cavedine situato
nell’ampia valle tipicamente glaciale del basso Sarca, dove il paesaggio offre una visione che è forse unica in tutto l’arco alpino: le cosiddette “Marocche”. Un’enorme distesa di massi franati dai soprastanti Monte Brento e Monte Casale. Nell’ambiente di questo disordinato accumulo generato dallo stesso per sbarramento si trova il lago di Cavedine. È collegato ai laghi di Toblino e Santa Massenza mediante un immissario artificiale, il Rimone ed è lungo questo corso d’acqua che si sviluppa in parte la terza tappa. La prima parte di gara è pianeggiante, si attraversano le campagne coltivate a vigneto, passando per l’abitato di Pergolese e Ponte Oliveti, si raggiunge Maso Toresella e costeggiando il lago di Toblino si arriva a Padergnone da dove inizia la salita che porta all’arrivo di Fraveggio.

***

2/6/2014, 4a tappa
Località: VEZZANO>MARGONE
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 8000 mt.

La Tourlaghi 2014 termina con la tappa in salita che porterà gli atleti da Vezzano (385 mt.) al piccolo borgo di Margone (951 mt.) posto su di un ampio terrazzo prativo ospeso sulla Valle dei Laghi alle pendici del Monte Gazza. È l’abitato più in quota e meno popoloso della valle, 47 abitanti. La strada sale tagliando la parete della montagna ed è stata realizzata nel 1949 durante i lavori di costruzione della centrale idroelettrica di Santa Massenza, fino ad allora Margone era collegato con il fondovalle dall’ardua mulattiera di Scal e dall’antico sentiero di San Vili. Il percorso vede la partenza da Vezzano, il passaggio nel borgo di Fraveggio dove si mbocca la vecchia strada che porta Lon, si prosegue sulla provinciale e si raggiunge il bivio per Ranzo (750 mt.) poi si continua per 1500 metri su strada pianeggiante, un vero balcone sulla valle, si imbocca quindi il ripido sentiero di San Vili, che immerso nel bosco sale fino a Margone (951 mt.). La fatica fatta sarà ampiamente ripagata dal panorama mozzafiato che vi si presenterà davanti.

***

10 commenti:

Fausto di Bio Correndo ha detto...

La scelta per riprendere a gareggiare mi sembra la più indicata. Che posti meravigliosi e la formula della gara a tappe mi sta stuzzicando la fantasia! ;-)

franchino ha detto...

Grazie Fausto, io sono innamorato dei giri a tappe, soluzione che coniuga al meglio la parte sportivo agonistica con quella più rilassante delle vacanze. Se hai la possibilità ti anticipo a metà giugno la tovelrunning e a fine giugno la stupenda valdiFassa running. Poi ce ne sono molte altre, Imperia, Rimini, Umbria,...

saverioba74 ha detto...

L'importante è non fermarsi!
Ti auguro di essere uscito dal "tunnel" e di tornare subito ai tuoi livelli.
So che i giri a tappe ti piacciono molto, e quindi sicurmaente avrai uno stimolo in più per far bene.
In bocca al lupo e bentornato!!!

Jonathan Livingstone ha detto...

Deve essere davvero difficile gestire 4 giorni di gara di seguito. Io mi brucerei tutto il primo giorno!
In bocca al lupo Frank.

franchino ha detto...

Grazie Saverio!

franchino ha detto...

Viva il lupo Jonathan!
Nei giri a tappe il bello è che c'è anche una buona componente di testa e quindi di tattica,... studiare gli avversari che spesso non sono conosciuti in quanto arrivano da altre parti e studiare le tappe,... bisogna saper correre quel filo in meno per riuscire a concludere bene tutto il giro! Bello bello!

Saverio ha detto...

Mmmhhhh....quasi quasi!!

franchino ha detto...

Saverio segnati, Tourlaghi Fraveggio che è questo, oppure Tovelrunnig il 13/14/15 giugno e la Valdifassa!

Anonimo ha detto...

Frank....siamo all'apposto..
..in allenamento son arrivato ad una forma buonissima...son sceso un paio di volte sotto i 20' nel 6000 e faccio ripetute sui 1500 sotto i 3.10 e nn gareggio...tu con zero km e gareggi...troviamo una quadra...

in bocca al lupo frank.....vai e divertiti

spago

nino ha detto...

deve essere una bella esperienza. divertiti