mercoledì 20 febbraio 2013

ALLENAMENTI SETTIMANA 11-17/2 + 'PANORAMICA DI SAN VALENTINO 2013'

Nei giorni seguenti le due settimane ben corse descritte nell'ultimo post ho accusato come presupponevo un affaticamento muscolare e organico abbastanza importante e così d'accordo col mio allenatore ho inserito in questi ultimi sette giorni un breve periodo di scarico per poter poi affrontare al meglio l'ultima parte di preparazione in ottica della Lago Maggiore Half Marathon del 10 marzo; ho riposato due giorni e corso solo un lavoro di qualità sulle ripetute da 400 metri.
Domenica mattina dal momento che ho trascorso il weekend ad Alba da Costanza siamo andati a correre la Panoramica di San Valentino nella vicina Asti, sullo stesso percorso sul quale a giugno di due anni fa corsi la gemella Panoramica di Primavera, partecipazione non numerosissima per i concomitanti campionati regionali per società di cross e nonostante una sensazione di corsa non bellissima sono riuscito a vincere. Sensazione non bella forse e probabilmente perchè la consueta passeggiata in notturna del venerdì sera è stata abbastanza impegnativa e mi ha lasciato qualche leggero strascico a livello muscolare. 

Lunedì 11/2: riposo.
Martedì 12/2: corsa lenta rigenerante (50' a 4'30''/km).
Mercoledì 13/2: corsa lenta (48' a 4'17''/km).
Giovedì 14/2: 
corsa lenta (27' a 4'33''/km) + ripetute 16X 400 mt rec. 65'' (1'17''>1'14'') + 13' defaticamento.
Venerdì 15/2: mattina: corsa lenta
(42' a 4'14''/km); sera: escursione notturna Condove Mocchie-Muni 680 mt D+.
Sabato 16/2: riposo.
Domenica 17/2: gara ad Asti, Panoramica di San Valentino:
9,8 km in 34'37''. 

Km settimanali: 72.

  
 Ad Asti sempre premi graditi...

6 commenti:

kaiale ha detto...

è normale che sia stanchezza e poche brillantezza muscolare dopo due settimane intense...cmq sia sempre grandi allenamenti

Saverio ha detto...

Ciao.. Stanco? Ma...allora non sei un marziano! :-)))))

saverioba74 ha detto...

Ecco un altro elemento che contraddistingue "quelli bravi": il saper riconoscere i segnali che manda il proprio corpo ed interpretarli in maniera corretta. Quanti di noi in piena preparazione avrebbero detto "in questi giorni mi sento stanco, è meglio riposare e rallentare gli allenamenti"?
E non voglio dire niente sul fatto che secondo te fai "corse non bellissime" e poi le vinci! Complimenti campione!!!

Patty ha detto...

ciao Frank........magari verrò a farti il tifo!

franchino ha detto...

@ kaiale: sì Alessio, e adesso con gli anni che passano il recupero/riposo diventerà sempre più importante!

@ Saverio: :-D

@ Saverioba: una buona preparazione alterna periodi di carico a periodi meno intensi o di riposo per dar modo all'organismo di abitursi allo stimolo allenante, recuperare e prepararsi ad uno stimolo nuovo e maggiore.

@ Patty: ti aspetto!

Kikko ha detto...

Grande Frank sempre velocissimo...ci vediamo al Lago il 10:-))