venerdì 7 dicembre 2007

ANCORA SULLA TUTTA DRITTA

Rileggendo il post sulla gara di Domenica scorsa ho notato che, nonostante abbia scritto molto, mancava qualche considerazione, che mi faceva piacere esporre.
Lo faccio in maniera schematica, sperando di ricordarmi tutto:
PARTENZA: come tutte le gare dove c'è una grande affluenza il momento dello start è un pò critico, a meno di non essere tra i top runner accreditati. Bisogna decidere se schierarsi anticipatamente, rinunciando a parte del riscaldamento, o all'ultimo, compromettendo i primi metri di gara nel sorpassare e prendere il giusto ritmo. Per quanto riguarda la Tutta Dritta si potrebbero fare due linee di partenze in corrispondenza delle due vie che abbracciano l'Atrium o far partire i non competitivi qualche istante dopo.
PERCORSO: mi è piaciuto molto. Un lungo rettilineo che dalla partenza ti lancia all'arrivo, percorrendo alcuni tra i viali più importanti della città. Pressochè piatto e certificato nella misura di 10 km, ideale per chi vuole avere un riscontro cronometrico. Ben segnalato e chiuso al traffico. Mi sono sentito quasi un maratoneta a correre lì, sulla linea di mezzeria, con il pubblico ai lati. Non ho notato atteggiamenti ostili da parte degli automobilisti.
ZONA ARRIVO: mi pare abbia funzionato tutto abbastanza bene, restituzione chip, recupero borse e ristoro. Forse la sala per quest'ultimo era un pò piccola ma c'era un bel tepore. Qui ho incontarto Sundance Kid, amico di newsgroup, e Andrea. Purtroppo non avendo ancora trovato il collega con le chiavi della macchina dove avevo il cambio sono dovuto scappare velocemente per non prendermi qualche malanno.
PACCO GARA: nota dolente. Ho sentito più di una persona lamentarsi. Veramente povero in confronto al costo dell'iscrizione, considerando anche la molteplicità degli sponsor. Credo che queste stracittadine siano l'occasione migliore per avvicinare nuove persone alla corsa, soprattutto in una città sede di una maratona internazionale a cui potrebbero eventualmente partecipare, il comitato organizzatore oltretutto è lo stesso. Magari un pacco gara più ricco, eventualmente con una bella maglietta da sfoggiare nei futuri allenamenti avrebbe fatto piacere ai più.
CONSIDERAZIONI E PERCEZIONI: credo di aver corso bene e di aver mantenuto una buona condotta di gara. Sono stato leggermente attardato in partenza è vero, ma non credo che abbia influito sul risultato finale. Sono riuscito a correre regolare e in continua progressione, il chè mi ha portato a coprire i secondi 5 km più velocemente dei primi e di recuperare parecchie posizioni. Questi i parziali: primi 5 km in 17'13'', secondi 5 km in 16'47'';il cosiddetto "negative split".

5 commenti:

guido ha detto...

stasera ho avuto modo di vedere (e registrare) lo speciale su raisport sat..forse tu almeno appari..noi comuni mortali siamo relegati al ruolo di corridori della domenica ( della serie, "vorrei vedere se in due ore di tempo limite non terminano la gara").
Vorrei, una volta tanto, che un canale tematico enfatizzasse la passione , nonchè l'impegno che lega comuni mortali come noi al mondo dello sport (io dedico almeno 7 ore settimanali del mio risicato tempo)..Non c'è nulla da fare resta un ellade di protagonismo,come dire "io sono perchè appaio"..ed allora domani tutti a far ripetute! (Scusate lo sfogo)

franchino ha detto...

Che ci vuoi fare Guido, purtroppo il nostro è uno sport povero che va avanti solo grazie alla grande passione di chi lo pratica. Non so se lo sai ma il martedì sera su GRP alle 20:30 c'è la trasmissione "Piemonte in Corsa" che tratta delle gare disputate e presenta le future, con ospiti più o meni noti in studio.
Per la cronaca, io non ho visto lo speciale su raisport ma i miei m'han detto che non mi sono visto...!

Paolino ha detto...

Sul pacco gara hai perfettamente ragione.A fine settembre sono andato a Milano per correre la DeejayTen la 10km organizzata da Linus e Radio Deejay.L'iscrizione era di 15€ ma nel pacco gara c'era una maglietta smanicata della Nike in materiale tecnico,che in molti hanno usato in gara,una sacca sempre della Nike,un cappellino e la medaglia da finisher.
Qua a Torino invece il nulla.

Guido ha detto...

IO non ho ben presente come sei fisicamente, certo è che sei stato in compagnia della corsa femminile, prima o poi (forse) appari..

Sì sì..ho avuto occasione di chiacchierare un pò con Bocchino questa estate..abbiam la mania di andare (quando il clima lo permette) in scooter alle gare..e a volte parcheggiam vicini.
Lo sapevi che mi ha confidato di non aver mai fatto una ripetuta in vita sua? (però frequenta più di 40 gare l'anno)

Sul pacco gara non ci torno, solo mi chiedo..con tutti gli sponsor che ha la turin marathon ed i soldi dell'iscrizione..ed i volontari..io qualche (....) impropero lo lancio..

Micio1970 ha detto...

Deve essere molto bella come gara: magari l'anno prossimo la faccio anche io anche se con tempi differenti dai tuoi!