lunedì 3 dicembre 2007

TUTTA DRITTA

Domenica si è disputata la quinta edizione della Tutta Dritta, stracittadina che dalla centrale Piazza Solferino si concludeva nel cortile antistante la Palazzina di Caccia di Stupinigi. La gara prende il nome dalla caratteristica del percorso: praticamente un rettilineo, per un totale di 10 km certificati.
Il primo contatto con la manifestazione l'ho avuto Sabato pomeriggio, quando in compagnia di Andrea ci siamo recati all'Atrium di Piazza Solferino a ritirare i pettorali per evitare le code della domenica mattina. Andrea in realtà l'ho aveva già ritirato in mattinata, ma molto gentilmente mi ha fatto compagnia; è stata l'occasione per una piacevole chiacchierata. Piccola nota negativa il pacco gara, consegnato contestualmente al pettorale e non domenica mattina all'arrivo come segnalato sul depliant, secondo me veramente povero (quasi da presa in giro...).
Domenica mattina il ritrovo è fissato per le ore 9 presso la caserma GdiF, da qui con i colleghi Mario, Salvatore e il Comandante ci rechiamo in Piazza Solferino che già brulica di podisti. Il tempo è abbastanza bello, la temperatura fresca ma non troppo. Decido, dopo un breve riscaldamento, di partire solo in canottiera; inauguro oggi il nuovo completino del CUS Torino, la fattura del materiale (Asics Coolmax) è migliore rispetto a quello vecchio, mi pare anche leggermente più spesso.
L'ora dello start si avvicina, a dieci minuti dal via mi porto in zona partenza e mi tocca scavalcare una transenna con altri atleti per non schierarmi troppo indietro. Non si fa, è vero, ma, o mi schieravo mezz'ora prima senza potermi scaldare adeguatamente o partivo indietro di una cinquantina di metri almeno compromettendo la prima parte di gara.
Lo sparo arriva quasi di sorpresa, e il colorato serpentone si mette in moto. Dopo pochisecondi passo sotto lo striscione e faccio partire il cronometro, abbiamo il tutti il chip e dovrebbe esserci il real time ma così non sarà, quantomeno non per tutti. Le prime centinaia di metri le corro zigzagando cercando di evitare gli atleti più lenti e di prendere il prima possibile un passo regolare. Il primo chilometro arriva quasi subito, un'occhiata al Garmin che segna 3'20''. Bene, non ho perso tanto in partenza, anzi, potevo andare anche un pelo più rilassato. Davanti a me ho parecchi atleti, credevo di essere partito pìù avanti ma tant'è... intanto il passo si e regolarizzato e inizio, piano piano, ad avanzare di posizioni. Praticamente faccio gara da solo, non trovo un gruppetto a cui aggregarmi. Poco male, oggi non c'è tattica, si corre e basta. L'andatura si assesta intorno al 3'24'' al chilometro, percepisco che stilisticamente non devo correre benissimo. All'ottavo chilometro c'è il mio primo tifoso... mio papà che mi comunica che sono intorno alla 42esima posizione. Spingo a tutta, sono quasi arrivato, davanti a me vedo le prime due donne, raggiungo e sorpasso prima la Iozzia e poi la keniana che vincerà. In lontananza si scorge la Palazzina di Stupinigi e vedo poco davanti un atleta con un'andatura conosciuta... ma è Enzo "la forgia" Falco! Chissà se lo prendo penso. Parto con la volata lunga, raggiungo Enzo e il suo gruppetto e li passo, dopo pochi metri c'è l'arrivo.
Tempo finale di 34'01'', mi accrediteranno poi un 34'10'' (altro che real time...).
Sono abbastanza soddisfatto della prova, sinceramente speravo di correre su un tempo finale di 33'30'' ma va bene così. E' stata una bella esperienza, non avevo mai corso questa gara ed ero curioso per la caratteristica che il percorso fosse un rettilineo unico; forse in certi momenti può essere psicologicamente impegnativo ma bello!



12 commenti:

Guido ha detto...

Beh che dire Franco... complimenti!!
Anche io ho ritirato il pacco gara nella mattinata di sabato e sono rimasto sconcertato... dieci euro d'iscrizione ed un pacco gara miserrimo! (che stia diventando un businness??) Mi son rifatto al ristoro finalo facendo il giro tre volte, dovevo ammortizzare la spesa ;-)
Le premesse della gara erano pessime..sabato, dopo una settimana senza allenamento ho fatto un test di 20 minuti ed il dolore alla coscia sembrava persino più acuto , quasi non poggiavo la gamba. Così ho deciso... domenica mezz'ora prima della partenza ho preso un aulin (doping?) che penso di aver digerito intorno al 5° km .
La partenza al solito è stata un trauma, partito nella bolgia.. mi son ritrovato lungo il viale, tra le auto e poi, non so come ,di nuovo in carreggiata.Le sensazioni sono state poco buone fin dal 3° km..la gamba fa un pò male, ma digrigno i denti (avevo scommesse aperte un pò ovunque).Al 9°km raggiungo un mio amico che solitamente ha un'andatura ben più veloce della mia e qui entra la mentalità del genio: se c'è lui vuol dire che sto andando troppo forte..e forse non tengo fino alla fine, meglio mollare leggermente!!! (idiota..all'arrivo scopro che aveva la febbre). Chiudo,quasi in riserva con sprint finale e mi attribuiscono un 40 e 29". Mah.. il mio cronometro avviato esattamente sotto lo striscione di partenza segna 40 e 12". Di "real" resta solo il fiatone ed il rammarico di non essere riuscito ad identificare nessuno dei bloggher qui presenti!


(dopo un'ora ho preso a zoppicar)

Andrea ha detto...

@Franco
Grande Franco!

Secondo me hai fatto benissimo a scavalcare. Non trovo giusto che un atleta con le tue caratteristiche debba essere penalizzato alla partenza.

Del resto Santachiara, Cerva e compagnia hanno goduto di un ingresso riservato. Tu sei molto vicino alle loro prestazioni. E quindi è giusto che anche tu non debba essere intralciato alla partenza.

@Guido
Complimenti Guido! Nonostante i problemi fisici, hai fatto una gara di tutto rispetto.

igor ha detto...

Bravo Franco, di sicuro in questo periodo non è facile correre sotto certi ritmi per cui credimi che hai corso bene..

Mathias ha detto...

Complimenti franchino sei un treno!
M'è rimasta la curiosità..che c'era nel pacco gara per essere così misero..? Non ho ancora mai partecipato a manifestazioni del genere, voglio farmi però un metro di paragone :-)

fabiodelpia' ha detto...

Sei un missile!! altrochè!
fortuna che non c'erano le curve..
altrimenti le bucavi..
Complimenti!

franchino ha detto...

Innanzittutto grazie a tutti per la visita e i commenti!
@ Guido: sicuramente la tua gara è stata compromessa dalle tue condizioni fisiche non perfette; anzi, se mi posso permettere, hai anche rischiato un pochetto di infortunarti maggiormente... ti auguro una pronta e totale guarigione!
@ Andrea: grazie mille. Come ti ho accennato nel sms poi sono andato via alla ricerca dell'autista della macchina e non ci siamo più visti.
@ Igor: grazie mille. Come puoi vedere nel post degli allenamenti di novembre sto facendo pochi lavori qualitativi, quindi sono soddisfatto e fiducioso per il futuro.
@ Mathias: probabilmente scriverò un post aggiuntivo a quello di oggi in cui tra le altre cose tratterò l'argomento e pubblicherò la foto. Ti anticipo il contenuto: un pacchetto di fazzolettini kleenex, una bottiglietta d'acqua e una di Coca Cola, una bustina di Polase, un Croaissant confezionato, un biscotto confezionato, due fette biscottate, un marsupio marchiato La Stampa, una fascia catarifrangente da braccio avvolgente (?). (Il record in negativo è stato in Svizzera nella mezza maratona di Tenero 2007, una banana, una bottiglietta d'acqua e uno snack Migros per la modica cifra di 18 €...)

franchino ha detto...

Grazie Fabiodelpià. tensiun a le cürve...!

Lanfree Marathon ha detto...

34 minuti sui 10.000 è un tempone!
Complimenti!

Furio ha detto...

Gran tempo Franchino!
Leggere i tuoi resoconti è sempre molto singolare e bello...insomma non mi capiterà mai di affiancare e superare la Iozzia ;)

Master Runners ha detto...

Complimenti anche da parte mia ET!
Si perchè per me quelli che vanno a 3,30 sono tutti extraterrestri!
..."sorpasso prima la Iozzia e poi la keniana".......Furio io credo che un giorno ci riuscirò........col motorino! :D
Complimenti ancora Frà!

mario ha detto...

Ancora una volta complimenti per la corsa.
Come già detto sei andato (come sempre) fortissimo. La prossima volta però stai vicino a me, così puoi partire in prima fila!!! (posizione a dir poco consona a te). Non come me, corridore della domenica!
Ciao, mio personal trainer!

(P.S. per l'edizione dell'anno prossimo, mi compro delle belle "bretelle elastiche" così quando mi superi mi aggancio!!)

guido ha detto...

Qui alcuni video interviste di A tutta dritta

http://www.srweb.eu/video.php?ID=3739