martedì 8 maggio 2012

MEZZA DI VARENNE 2012

Nelle righe conclusive del post riferito alla manifestazione dell'anno scorso scrissi che quella dedicata al campione Varenne era una appuntamento che occupava un posto nel mio personale podio delle gare da me disputate. E dopo domenica ne sono ancora convinto.
Recuperata in fretta e furia una condizione che mi permettesse di correre bene la distanza mi reco insieme agli amici Eugenio, Sarah, Omar e Carlotta a Vigone dove tutto mi sembra identico all'anno precedente: la via centrale imbandierata, i gonfiabili della partenza/arrivo, gli stand, i gazebo,... Qualche minuto di salotto a perdere tempo e, con un pizzico di ritardo, parto per il riscaldamento. Le gambe girano abbastanza sciolte, grazie anche ad un leggero massaggio defaticante fatto sabato che mi ha tolto le ultime tensioni muscolari che mi erano rimaste dopo l'ultimo lavoro di mercoledì: in questo periodo sto soffrendo particolarmente nella zona adduttori oltre ai soliti ischio-crurali.
A pochi minuti dal via mi tocca scavalcare le transenne per raggiungere una discreta posizione dietro i tappeti del chip che dopo la presentazione dei top runner diventa un pelo più arretrata. La via è comunque abbastanza larga e dopo lo sparo riesco a farmi strada nel giro di poche centinaia di metri. Questo secondo me è sempre un momento importante, trovare il giusto gruppetto può essere un vantaggio e così mentre iniziamo a sgranarci mi porto in coda al secondo plotoncino che sebbene abbia un passo di qualche secondo più svelto del mio riesco a tenere abbastanza agevolmente almeno in queste prime fasi. Il percorso lo ricordo bene, piatto e su due tornate oltre ad un primo giro di lancio di poco più di un chilometro. Il ritmo come ho detto non è quello che avevo preventivato ma mi lascio guidare dalle buone sensazioni conscio che probabilmente nelle ultime battute ci sarà da trovare lungo.
Verso il primo terzo di gara il gruppetto che seguo dà una piccola accelerazione alla quale non rispondo, continuo col mio insieme a Dereje, in piena crisi, e a Bruno Santachiara che si stacca ulteriormente da me di qualche decina di metri per poi, al decimo chilometro riportarsi sotto. Il passaggio è di 34'24'', sedici secondi meglio di quello che fu nel pb del 2010; so che comunque non andrà avanti per molto e dopo il terzo step di 5 km ancora buono in cui mi avvantaggio definitivamente su Bruno e raggiungo sorpassandolo un altro atleta del Marene.
Verso il sedicesimo inizio ad accusare i primi sintomi di stanchezza. Riduco di qualche secondo il ritmo al chilometro per portare a casa la posizione, ho un buon vantaggio sugli inseguitori e davanti benchè mi stia avvicinando sono troppo lontani per pensare ad un ricongiungimento. Mi godo gli ultimi chilometri di gara e il tifo delle persone presenti in paese, contento di essere tornato a gareggiare sulla distanza che più mi piace. Il crono decreterà 1:13'21'' per una decima posizione assoluta, non male per adesso e in linea con le sensazioni che mi avevano fatto preventivare un tempo tra i 72'45'' e i 73'15''.
La giornata si conclude con le premiazioni ed il pasta party; se volete correre una bella maratonina il prossimo anno venite a correre nella terra di Varenne!

La gara sul mio Garmin Connect qui.
Le classifiche su Sdam qui.
Alcune foto su Flickr e sul sito degli amici della Podistica Torino.


19 commenti:

Patty ha detto...

e ce ne sono sempre troppe :-D
però deve essere un bel percorso.
Dereje in crisi??? Il nostro amico???

Grezzo ha detto...

Grande condotta di gara! La mezza è una gara splendida!

corradito ha detto...

Complimenti , bella gara.

Un pensierino si può fare per il prossimo anno...

Albe che corre ha detto...

Salire sul giusto treno aiuta molto ..ma poi tocca a te e sei andato più che bene direi!
ma Dere si è poi ritirato? ..niente infortunio spero!

franchino ha detto...

@ Patty: in questo periodo il calendario effettivamente è bello pieno... Il percorso è su due giri e attraversa due maneggi di cui uno, il Grifone, è dove sta VArenne.
Si Dereje Rabattoni, poi non l'ho più non gli ho potuto chiedere.

@ Grezzo: grazie mille, e hai proprio ragione!

@ Corradito: grazie! Non rimarrai deluso.

@ Albe: sì dai non mi lamento assolutamente. Dereje credo fosse lì anche a fini di sponsor visto che la Brooks era partner tecnico.

theyogi ha detto...

sempre all'altezza di varenne, verrebbe da dire.... certo, lui sarebbe partito in prima fila, ma tant'è....! ;D

La Polisportiva ha detto...

che gara!!! e bel racconto..

fathersnake ha detto...

Mannaggia, mi sarebbe piaciuto farla, ma poi saresti arrivato 11esimo! Hai rischiato grosso :-)

Pietro Diliberto ha detto...

Ti è andata male, se non avevo da fare ad Andora ti tiravo io!
Scherzo: Ottimo tempo. Sei una scheggia!

Claudio ha detto...

Bello leggere di chi corre "davvero"... con una semplicità ed un'umiltà non comuni.
Bella gara Frank...

Pimpe ha detto...

grande Frank, sempre sul pezzo...! ti aspetto a fine settembre in mezza ;-) e prima a tavola :-)))))

franchino ha detto...

@ Yogi: lui sarebbe top runner!

@ Polisportiva: grazie!

@ Father & Pietro: allora meno male che non c'eravate altrimenti arrivavo dietro! :-D

@ Claudio: troppo buono, ma alla fine corriamo tutti uguali...

@ Pimpe: magari a tavola dopo... Mezza VCO + zio Lalo? ;-)

Furio ha detto...

Complimenti Frank, sempre tostissimo!
Un saluto :-)

fathersnake ha detto...

Dovremmo studiare i rispettivi calendari per evitare di presenziare alla stessa danneggiandoci reciprocamente :-)

franchino ha detto...

@ Furio: grazie leprorso ;-)

@ Father: credo sia la soluzione più logica!

costanza ha detto...

@pimpe: guarda che a tavola ci vengo pure io...nonostante mi stia "prosciugando" mi difendo ancora bene :)))

Bellabigo ha detto...

Grande Frank, una gara splendidamente condotta sia fisicamente che mentalmente. Brao!

clodhead ha detto...

leggere le tue imprese è sempre emozionante, sembra quasi di correre con le tua gambe, cosa (per me) improbabile quando si tona con i piedi per terra ;-)

franchino ha detto...

@ Costi: basta che poi mangi tutto neh...

@ Bellabigo & Clodhead: grazie!