sabato 6 aprile 2013

PASQUETTA A NEIVE 2013

Da un paio d'anni l'appuntamento agonistico nel giorno di Pasquetta è a Neive per una gara oramai diventata una classica del cuneese, e così anche quest'anno, insieme a Costanza ne ho preso parte.
Il percorso è sempre il solito di circa dieci chilometri che si snoda sulle colline della langhe, con due salite più impegnative, la prima che incomincia poche centinaia di metri dopo la partenza e la seconda nella parte conclusiva della gara. E' un clima fresco, quasi freddo con una leggera brezza quello che troviamo alla partenza, dal resto per il cambio dell'ora del giorno prima è come se corressimo alle 8.
Allo sparo, cileccato, si parte subito forte: c'è sempre bella qualità qui e come l'anno scorso è uno dei gemelli Dematteis a dettare il ritmo. Io provo subito a stare a ruota di questo primo gruppetto di testa ma mi accorgo ben presto che è un ritmo per me non gestibile così appena la strada incomincia a pendere rallento leggermente per farmi riprendere dagli immediati inseguitori che mi seguivano a pochi metri. La salita in circa un chilometro e mezzo ci porta a transitare dal borgo vecchio del paese, la corro bene e appena scollinato riesco senza forzare il ritmo ma solo sfruttando la pendenza adesso favorevole a scendere a riportarmi da solo sotto a tre ragazzi che nel mentre si erano staccati dai battistrada. Con loro corro tutta la discesa con un pelo di accortezza, infatti so che mi aspetta un tratto in falsopiano a salire in cui patisco sempre in maniera particolare e che conosco molto bene, avendoci corso oltre le edizioni precedenti di quesa gara anche il tratto finale della Ecomaratona del Barbaresco del 2011. All'inizio dell'ultima salita provo a forzare un pò l'azione prendendo qualche metro, nella successiva discesa riuscirò infine a prendere un buon vantaggio che conserverò sui miei diretti avversai fino al traguardo.
Concludo in settima a posizione e abbastanza soddisfatto, conscio comunque che ho perso qualcosa in velocità di gara: l'anno scorso infatti il passo medio è stato di un 3'' migliore al chilometro.

Downhilling in langa.

4 commenti:

Andrea87 ha detto...

Il peso è rimasto costante? Se si la soluzione potrebbe essere ritornare a frequentare il mezzofondo veloce per un mesetto. Comunque vai sempre forte, tanto di cappello.

franchino ha detto...

Ciao Andrea sì il peso è sempre quello. Ma so già cosa mi manca, sono quei lavori veloci che quest'anno ho tardato a fare. Col passare degli anni bisogna puntare più sulla velocità che su fondo, adesso gareggerò per un mese sui dieci chilometri.

Alain Guidetti ha detto...

L'ho corsa nel 2011 e c'eri anche tu. per curiosità sono andato a vedere di quanto mi avevi stracciato...quasi 3 minuti!! e dire che ero 20° assoluto....:-(

franchino ha detto...

quest'anno l'ho presa più comoda :-D