mercoledì 19 giugno 2013

VAL DI FASSA RUNNING 2013

Ci eravamo lasciati l'anno scorso sull'ultima, dura, rampa nei pressi del rifugio Buffaure, ed era qui che si era concluso il tappone finale e con lui prima edizione della Val di Fassa Running.
Quest'anno si ritorna in valle per uno degli appuntamenti oramai per me fissi ed irrinunciabili, un giro a tappe che riempe le gambe di fatica ma il cuore di gioia e felicità. Un occasione per trascorrere una settimana di ferie e di sport in uno dei posti più incantevoli in Italia proclamato non per nulla patrimonio dell'umanità dall'UNESCO  per la loro bellezza e unicità paesaggistica.

La soluzione è quella solita e consolidata, gli organizzatori della manifestazione hanno già da tempo preparato e pubblicato i percorsi con le relative altimetrie delle cinque tappe che ci vedranno impegnati su è giù per i sentieri fassani.
Qui di seguito un breve e schematico riassunto di quelo che andremo ad affrontare:

23/6/2013, 1ª tappa
Località: ALBA DI CANAZEI - PENIA
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 10800 mt.

caratteristiche:
salita: su asfalto primo tratto, poi ciottolato e sentiero boschivo, salita al 12-15% per 3 km circa, poi spiana.
discesa: molto ripida, in parte su ciottolato (attenzione)  e sentiero, ultimo tratto su asfalto.


Con partenza dal tobià del zelì la prima tappa 2013 andrà a toccare le frazioni di Lorenz e Vera. Il tratto che separa la frazione di Penia dalle più piccole località di Lorenz e Vera, tratto da dover percorrere sia all’andata che al ritorno, sarà un primo duro banco di prova per il folto plotone di concorrenti. Nel corso degli anni il fondo è stato sistemato ed il rischio di cadute in discesa è ridotto al minimo. Nel caso di bella giornata lo spettacolo del Gran Vernel rimarrà nei ricordi più belli.

***

24/6/2013, 2ª tappa
Località: CAMPITELLO
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 10700 mt.

caratteristiche:
salita: su forestale per il primo km e mezzo, ripida al 18%. Dal 2,5 km al 4 km salita al 25%, un muro su sentiero  in mezzo al bosco, poi spiana.
discesa: ripida ma sicura, su forestale dalla Baita Micheluzzi.


Bellissima la logistica in centro a Campitello, che darà modo al paese di sentire più vicino l’evento. La tappa è un’assoluta novità. La salita iniziale che porta in quota è molto molto dura, porta fino ad oltre i 2.000 metri di quota seguendo parte del vecchio tracciato della podistica Uppa su. Da lì si scende verso la val Duron godendo di un gran panorama sul Sassolungo e su una forestale dove ci si potrà esibire in una corsa gradevole con discesa verso Pian (paesino caratteristico) e poi a Campitello.

*** 

25/6/2013, 3ª tappa
Località: CAMPESTRIN
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 13200 mt. 

caratteristiche:
salita:  da Campitello su sentiero prativo per circa 1 km poi su e giù su forestale.
discesa: di circa 2 km ripida in parte su forestale e sentiero e ultimo tratto su asfalto.

La tappa che unisce idealmente i paesi di Campestrin, Fontanazzo, Campitello e Mazzin, propone una prima parte di “lancio” verso Campitello per poi portarsi ancora una volta in quota lungo il sentiero della Crous. Finita l’ascesa, è facile abbandonarsi alla gradevolezza del pendio, godendo di un saliscendi sopra Fontanazzo fino a raggiungere il torrente da guadare... “al salto” (storica la fotografia del non-vedente Raffaele Panebianco con i piedi nell’acqua!).
 
 *** 

27/6/2013, 4ª tappa
Località: SORAGA
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 14000 mt. 

caratteristiche:
salita: su forestale per circa 3 km sempre costante 8% circa.
discesa: per 5 km su forestale.

Il giro di Pociace, sopra Soraga, già proposto alcune volte è sempre avvincente con la sua lunga salita su forestale con vista sul Catinaccio e il Latemar . Con passo costante la pendenza non sarà particolarmente impegnativa. Pure la discesa è lunga, e per chi non è abituato potrebbe essere una bella “frollatura” di gambe...

 ***

28/6/2013, 5ª tappa
Località: MOENA
Partenza ore: 9:30
Lunghezza: 12000 mt.

caratteristiche:
salita: primo tratto ripido su prato, dalla partenza del Lusia (dal 4 km) salita su forestale fino alla vetta con intermezzo su sentiero pianeggiante in mezzo al bosco, con pendenze costanti del 6% - 8% .

Con partenza da Moena centro  la tappa e il giro termineranno in cima al Lusia in localita Le Cune (1000 metri di dislivello). La tappa inedita percorre il sentiero denominato Troi del Buro; la bellezza del bosco che porta da Moena fino a Valbona evoca immagini fiabesche. Quando si esce dal fittume di pini e abeti e si incominciano a riconoscere gli impianti di risalita che d’inverno sono affollati di sciatori, si prova un vero sollievo. Il giro tocca la sua massima intensità quando in lontananza si può distinguere il punto d’arrivo della Val di Fassa Running: l’Alpe di Lusia. La magia di quell’ultima ascesa cancella improvvisamente le fatiche dei giorni precedenti.

***

Per quello che mi riguarda, come ho accennato nei post relativi agli allenamenti settimanali, quest'anno ho inserito nella preparazione per questo giro maggiori dislivelli rispetto agli anni passati, ho corso tre volte il monte Musinè che nei sui 750 mt. di dislivello tocca pendenze massime del 36% per una media invece del 21% e sempre tre volte la salita della Creusa-Viola sulla collina di Torino. Oltre a qualche gara corta su strada ho corso questa domenica arrivando secondo  il Morenica Trail a Rivoli, pendenze risibili ma con una buona lunghezza di 23,5 km.

Da domenica condividerò la mia quinta partecipazione insieme agli amici Omar, Eugenio e Sarah, Marco e Gianluca gia tutti in squadra anche la scorsa edizione oltre a nuovi amici con cui abbiamo creato un piccolo gruppo che spero possa fare bene anche in ottica di classifica finale...
a sarà düra...


12 commenti:

Kikko ha detto...

E io seguirò l'andamento della gara come sempre amico mio:-)

franchino ha detto...

Grazie ragazzo!

Albe che corre ha detto...

buon divertimento ..e inboccallupo!!

franchino ha detto...

Grazie Albe, come stai?
Quando sarai dei nostri una volta in valle?

Andrea87 ha detto...

Presente Domenica! Ci vediamo in valle!

Albe che corre ha detto...

sono anni che passo almeno parte delle mie vacanze nelle dolomiti, si fanno delle bellissime escursioni ..ma se vengo su per correre e basta la mia ragazza mi ammazza!!;).
Per il resto tutto ok, ho ripreso a correre da oltre un mesetto ma solo da poco ho ricominciato ad allenarmi ..buona vacanza, ti mando su il Braganti che anche se non è più quello di una volta è sempre una bestiaccia!

franchino ha detto...

@ Andrea: bene Andrea, a domenica!

@ Albe: ma dai si corre sono al massimo un'oretta :-D

Bogdan ha detto...

Bella presentazione della gara, vien subito voglia di correrla! Per me rimane un sogno parteciparvi... E chissà, magari l'anno prossimo.. :)

E complimenti per Morenica Trail, mi era sfuggita la tua performance!

Anonimo ha detto...

Dall' ULTRAMUZINE' all' ULTRAVALDIFASSA! In bocca al lupo Frenk! Come sempre, seguirò con curiosità le tue gesta!
A proposito di curiosità, che scarpe conti di adoperare?
Ciao

Diego Appiano

franchino ha detto...

@ Bogdan: grazie, alla Morenica mi è andata bene perchè era molto corribile. Ti aspetto l'anno prossimo in valle!

@ Diego: ahahah grazie! ;-)
Porto su le Boston3 e le Glide4 e deciderò in base alla tappa e alla borsite che mi da a volte noia. Di solito comunque sono tappe che corro con le A2 come appunto le Boston.

Master Runners ha detto...

Ormai possiamo dire che quei posti sono casa tua!
Un giorno o l'altro ci sarò anch'io.
In bocca al lupo Frank!!

franchino ha detto...

Master sono abitudinario lo sai!
Potresti venire alla Marcialonga il 1 settembre, il giorno prima a trento c'è un tri in mtb, Costanza dovrebbe farlo e poi val de fascia (di nuovo!)