lunedì 30 gennaio 2012

ALLENAMENTI SETTIMANE 16-22/1 E 23-29/1 + STAGE A FUERTE VENTURA

Il freddo umido che ho dovuto sopportare a Novara durante la mia ultima gara mi ha lasciato per ricordo uno stato generale di malessere che ho prima imputato alla stanchezza ma che poi si è rivelato essere qualcosa di più consistente. Febbricciattola che andava e veniva brividi e testa nel pallone mi hanno fatto compagnia per tutta la settimana è benchè contrario alle medicine mi sono dovuto rifugiare nel paracetaemolo e ovviamente nel riposo assoluto dalla corsa.
Oltre a me tremeva anche qualcun'altra in quanto sabato dovevamo partire per Fuerte Ventura e fino a ventiquattr'ore prima non me la sentivo proprio, ma grazie alle preghiere della signorina sono riuscito a rimettermi in sesto appena in tempo. Fuerte Ventura quindi, è qui che il gruppo del Torino Triathlon capitanato dal coach Andrea Gabba ha scelto presso il resort Playitas la sede dello stage/vacanza invernale dopo l'esperienza dell'anno scorso nella vicina Lanzarote.
La mia idea, supprotata anche dal mio allenatore, era quella di sfruttare l'occasione per intensificare gli allenamenti e cercare di recuperare terreno nella preparazione che quest'anno è stata un pò tribolata e carente sia in quantità che in qualità; ho dovuto fare però i conti col fisico che debilitato dal recente malanno non mi acconsentito di svolgere tutto il programma come desideravo. Inoltre i primi giorni continuavo a subire alcuni tremori ai muscoli delle gambe e delle braccia, solo dopo un'attenta analisi ho convenuto con Costanza che ero in una situazione di disidratazione risolta in breve a suon di jarras de cerveza.
La settimana è così volata abbastanza velocemente come dal resto accade sempre quando si è in ferie, il posto in cui abbiamo alloggiato è molto bello e a misura di atleta, essendo dal resto nato espressamente per un turismo sportivo: piscina olimpionica, palestra, percorsi running, noleggio bici e MTB, campo golf,... tempo bello a parte il vento e giusto un paio di gradi più caldo di qui a Torino, dove sabato sera al rientro dall'aeroporto di Orio abbiamo avuto la sorpresa della neve... sarò strano... ma a me un paesaggio innevato riempe di più il cuore che una spiaggia e mare.
Domenica mattina infine, dopo poche ore di sonno, insieme a Costanza siamo voluti andare a Trofarello dove era in programma il cross già l'anno scorso caratterizzato dalla neve, quest'anno però i giudici hanno deciso che il percorso fosse inagibile e hanno annullato la gara... contrariamente alla frase fatta "La gara si svolgerà con qualsiasi condizione metereologica" che si legge in ogni volantino approvato fidal, in effetti però coi 40 cm di neve misurati sulla linea di partenza dall'amico organizzatore Filippo sarebbe stata molto dura correre.

Domenica 22/1: mattina: corsa lenta collinare (35' a 4'20''/km); pomeriggio: corsa trail (45' a 5'09'').
Lunedì 23/1: mattina: corsa lenta collinare (35' a 4''19'/km); pomeriggio: corsa lenta (15' a 4'19'') + sprint in salita 10X 200 mt (40'') + 3000 mt. in 10'55''.
Martedì 24/1: corsa lenta collinare (65' a 4'26''/km).
Mercoledì 25/1: mattina: corsa trail (70' a 5'00''/km); pomeriggio: corsa lenta  rigenerante (15' a 4'40''/km)
Giovedì 26/1: corsa lenta collinare variata (10' + 26X 1' rec. 1' totale 63' a 4'09'').
Venerdì 27/1: corsa lenta collinare variata (10' + 5X 3'2'1' rec. 1' totale 60' a 3'54'').
Sabato 28/1: riposo.
Domenica 29/1: riposo.

Km settimanali: 103.


Le mie foto di Fuerte qui.

 
Il video del percorso trail adiacente al resort.

 
 La strada del faro, il mio percorso molto ondulato sull'isola.

23 commenti:

kaiale ha detto...

grandissimo Andrea Coach Gabba...
fuerte ventura....bellissima esperienza

teo ha detto...

Gran bello stage...Bravi!!!
A vento come stavate?da quelle parti so che soffia a volte molto forte?ciaooo

La Polisportiva ha detto...

Certo che questi triatleti esagerano sempre... Fuerte Ventura!! Che matti...

Albe che corre ha detto...

..mal comune mezzo gaudio? ..anche la mia settimana ha subito un brusco rallentamento sempre a causa dei malanni di stagione!
Fuerteventura si bella e ancora poco sfruttata almeno nella parte meridionale e quando ci andai io anni fa ..ma il vento non ti lascia mai!

franchino ha detto...

@ Kaiale: il ciuffo biondo che allena il mondo!

@ teo: dov'eravamo noi il vento era sopportabile, niente di particolare. In altri punti dell'isola invece era veramente forte.

@ Polisportiva: mattissimi ;-)

@ Albe: ma si quest'anno la preparazione invernale è stata quasi nulla e di ciò ne pagherò il conto in primavera sulle mezze, già lo sò. Fuerte bella ma la stanna iniziando a devastare. A Costa Calma stanno costruendo senza congnizione.

fathersnake ha detto...

Io mi sarei allontanato con la videocamera verso i monti, tornando solo poco prima di ripartire per Torino.

franchino ha detto...

Father il video l'ha fatto Andrea, ma è nulla in confronto alle father's production!

Pimpe ha detto...

che bella Fuerteventura...
complimenti per la scelta della reidratazione...! :-)))

Patty ha detto...

Bello condividere le passioni e approfittare delle trasferte della morosa???!!!

stoppre ha detto...

..E QUANTI BIGOLI ALL'ARIA HAI VISTO..?

arirun ha detto...

confermo..non sei normale caletta sulla spiaggia con contorno di colline batte la bergamasca innevata 3-0 ;)Sempre che Doni non abbia scommesso diversamente!!

franchino ha detto...

@ Pimpe: è stat una scelta gusto-economica.. costava meno che l'acqua!

@ Patty: poi ti spiego... c'è stata una costrizione psicologica :-D

@ Stoppre: eravamo sulla costa est, i cupiu a stavan da l'autra part ;-)

@ Arirun: no no... rimango sulla mia decisione e rilancio!

Kikko ha detto...

Bravi piccioncini...ottima scelta la run-vacanza insieme:-))
Ciao mitico

franchino ha detto...

Ciao boss!

pepps ha detto...

franchino ti seguo da una vita ma non ti ho mai scritto. corro da tanti anni e ti volevo fare una domanda: come fa certa gente a correre a 3 e 55 i 10 km e la mezza sull' ora e 26, quando escono a fare il lento girano a 4 e 30, 4 e 35 e dicono che stanno facendo il lento? la mia è una domanda un po' provocatoria verso questi corridori con cui mi capita di parlare controbattendo che non stanno facendo fondo lento ma sono quasi sul medio e che sarebbe loro molto difficile seguire un programma di allenamento fatto di sedute molto qualitative senza adeguati giorni di fondo rigenerante anche a 5 e 20 se i valori sono quelli che ti ho citato. te lo chiedo perchè ho visto che anche quando hai fatto 1h11 nella mezza che viene a 3 e 23 a km correvi anche a 4 e 40 con 127 battiti di media. cosa ne pensi?

franchino ha detto...

Ciao pepps, grazie per l'intervento e per il bel spunto di conversazione.
In effetti con 35'' di differenza rispetto al ritmo gara dei 10 km il lento non diventa tanto rigenerante e si avvicina magari non al medio ma ad un lungo intensivo, o corsa lenta svelta come la chiama qualcuno, utile ma va inquadrata correttamente nella preparazione. Bisognerebbe vedere quale sia il programma e i lavori che fanno questi tuoi amici per avere un quadro generale. Io ultimamente ho velocizzato i lunghi portandoli ad una media di 4'05''/4'10'' che sono in linea coi tempi che correvo sulla mezza e sui 10 km. Di certo però se un giorno sono particolarmente stanco i ritmi saltano e si corre a sensazione, per fare il vero rigenerante.
Buone corse e continua a seguirmi, ciao!

marianorun ha detto...

Io invece ti seguo da poche settimane e ammiro le tue doti di vero runner.
Nel mio piccolo, solo da qualche anno assaporo la corsa libera, liberatoria e matura. E leggere la passione mista al divertimento ed all’impegno - nelle tue descrizioni - mi trasmette una parte d’energia che mi serve per continuare, anche d’inverno, a saltellare. Non ero a Fuerte Ventura, ma a Trofarello sì! E avrei preferito, come te, un tuffo nel bianco mare di neve...

costanza ha detto...

@ pepps: io sono una delle amanti di quel tipo di corsa: sui 10 km attualmente valgo 41'-42' circa credo... ma non sono allenata x quello. però quando corro senza dover fare dei lavori mi viene facile stare sui 4'40 e arrivo a 4'30 senza grossi problemi. ho passato tutto l'inverno a fare questo genere di corsa poichè non correndo proprio tutti i giorni (x incastrare gli allenamenti di nuoto e bici meteo permettendo) e avendo il fisico pesante, preferisco tenere alti i ritmi del "lento" in modo da evitare di buttare via le giornate.

se mi devo rigenerare me ne sto a casa o incastro un allenamento di altro sport, non necessariamente di tipo aerobico, ma faccio riposare i muscoli lavorando in altro modo. non so se sia corretto dal punto di vista dell'allenamento, ma io così vado alla grande!

certo, capita anche che a volte si corra a 5/km, ma sul lungo periodo sto trovando molto giovamento a correre con un po' più di brillantezza. tieni però presente che il medio lo corro a 4'25, adesso. quindi ho un gap molto piccolo su cui dovrò lavorare molto nei prossimi mesi. secondo me ognuno si gestisce come viene, io son felice a correre un po' + veloce, mi sento meglio e meno "bisonte che corre".

franchino ha detto...

@ marianorun: grazie mille! Buone corse!

@ Costi: il discorso per i triathleti ovviamente cambia parecchio.

costanza ha detto...

io son la triathleta dei dolci: il tris di assaggi ha sempre la meglio :)

franchino ha detto...

Stendiamo un velo (non di nutella) pietoso sul bis del tris di dolci... :-P

Bellabigo ha detto...

Ma che bello il video!!!! Ma come l'hai girato? Deve essere stata una esperienza davvero bellissima!!!!

franchino ha detto...

Ciao Stefano! Il video l'ha girato Andrea Gabba con la videocamera sportiva GoPro. Trovi altri video dello stage qui http://vimeo.com/36166081