mercoledì 15 dicembre 2010

ALLENAMENTI SETTIMANA 6-12/12 + CURSA DE NATALE MONTECARLO

Il leggero risentimento muscolare di cui ho sofferto due settimane fa al soleo mi ha fatto temere che perdurasse più di quello che in realtà è stato.
Come accennato nell'ultimo post infatti sono guarito bene e rapidamente grazie a due massaggi profondi, una scrocchiata dall'osteo e soprattutto col riposo assoluto di due giorni (oltre a una cura omeopatica di rhus tox, effetto pacebo o meno?). Riposo che mi ha rigenerato parecchio, tanto che durante i sette giorni trascorsi in ferie con Costanza a Frabosa ho corso bene, non tanto per i ritmi ma quanto per le sensazioni di gamba fresca e reattiva. Inoltre ho definitivamente abbandonato le scarpe col baffo, le ultime erano state le Pegasus che terrò solo per chiodarle in caso di neve, ritornando alle Saucony Jazz che sono rimaste tra le poche a pianta medio-stretta che mi fasciano bene l'avanpiede. Grazie a loro ho subito trovato il giusto feeling di calzata che da tempo cercavo e risolto quei leggeri ma fastidiosi doloretti alle articolazioni delle caviglie.
Gli allenamenti effettuati non hanno rispecchiato quelli delle settimane precedenti, un pò per riapartire cauto ma anche per problematiche logistiche allenandomi su un percorso munta-e-cala quale quello del Merlo nella vicina Mondovì.
Lunedì ho ripreso dallo stop con un lungo in cui non ho avvertito nulla al soleo se non un fastidio residuo classico della contrattura quasi del riassorbita, martedì ho riprovato a correre un pelo più brillante con un variato misto che a me piace piace molto ovvero il 3'-2'-1' con ugual recupero ripetuto per tre volte. Mercoledì si recupera e nel pomeriggio sci di fondo/equilibrismo col Grisu e Costi mentre giovedì replico il variato ma in questo caso di 1' recupero 1' preceduto senza fermarmi da 35' di corsa. Venerdì mattina la giornata stupenda con un cielo terso come non mai mi invoglia a correre un lungo a sensazione; è tutta la settimana che le gambe stanno bene e mi portano a chiudere 20 chilometri a 4'13''/km senza alcun problema. Sabato siamo di ritorno a Torino e corro un facile pre-gara in vista di domenica. Domenica, per la terza volta (
qui e qui le precedenti esperinze) vado a ricalpestare le strade del Principato di Monaco in occasione della classica Cursa de Natale.
In compagnia di Costanza, del Grisu e di altri amici cuneesi partiamo all'alba per attraversarle alpi marittime e portarci in zona. Il viaggio purtroppo è più lungo del solito a causa di una frana che ci obbliga a deviare per Sospel su una strada lenta e curvosa, a destinazione poi dei cocciuti gendarmi ci fanno girare due volte per parcheggiare il furgone che dato il passo lungo non può scendere nei parcheggi sotterranei. Va beh, riusciamo a fare tutto e iniziare il riscaldamento a soli meno venticinque minuti dal via; anche Costanza prova a riprendere a correre dopo tre mesi dall'intervento.
La giornata è stupenda, cielo limpido e una gradevole temperatura tanto da farmi correre con la sola canottiera e una smanicato sotto. Il via viene dato pochi minuti dopo le 10:30, come al solito alla partenza kamikaze di molti mi accodo per pendere il mio passo. Non è una gara allenamento come fu Trino per me ma gara vera che servirà da test per vedere a che punto sono con la preparazione, cosa di cui sono molto curioso dal momanto che non sto effettuando lavori specifici per i ritmi gara. Le sensazioni sono molto buone, conosco bene il tracciato di gara e so che i due punti più difficili saranno la salita al Palazzo Reale, che affronto molto bene recuperando alcune posizioni e la successiva salita al Casinò. Il gruppetto in cui mi trovo e al quale mi sono aggregato raggiungendolo sulla prima asperità mi ripassa in discesa e mi porta sul rettilineo di partenza del Gran Premio per poi affrontare la salita che ci porterà al Casinò; sfrutto il lavoro degli altri atleti ma poi si sà che la salita è democratica e accorciando il passo riesco poco alla volta ad prendere qualche decina di metri di vantaggio che aumenterò nella successiva discesa passando par il famoso
tornantino Fairmont. Arrivati sul lungomare svoltiamo a sinistra per poi ritornare dopo il giro di boa e passare sotto il tunnel, corro ancora bene e in spinta anche se inizio a percepire di essere al limite, l'atleta che mi precede e che riconosco essere l'amico Michele Chiefari conosciuto quest'estate al Giro d'Imperia perde terreno nei miei confronti, lo raggiungo poco prima di entrare nel tunnel. Due parole di incitamento reciproco e lo passo, ancora un chilometro scarso incitato dal numeroso pubblico e taglio il traguardo in quattordicesima posizione.
Buone sensazioni e un buon ritmo di 3'20'' al chilometro che mi fanno bene sperare per l'iniziono della stagione fangosa dei cross.


Lunedì 6/12: corsa lenta (76' a 4'23''/km).
Martedì 7/12: 40' riscaldamento + variato 1'3'2'1'3'2'1'3'2'1' ugual rec. tot. 10,2 km a 3'44''/km.
Mercoledì 8/12: corsa lunga svelta (63' a 4'18''/km).
Giovedì 9/12: corsa lenta (35' a 4'27''/km) + variato 1' rec.1' (7,8 km a 3'38''/km).
Venerdì 10/12: corsa lunga svelta (85' a 4'13''/km).
Sabato 11/12: corsa lenta (41' a 4'25''/km).
Domenica 12/12: gara a Montecarlo 10 km in 33'32''.

Km settimanali: 108.

Panorami dal giro del Merlo: Mondovì Piazza e il Monviso.

Ultimi metri alla Cursa de Natale, sullo sfondo Michele Chiefari.

17 commenti:

Giuseppe ha detto...

Come ripresa non c'è male.
Cosa sarà quando riprendi il ritmo...
Ciao

Oliver ha detto...

Però, il riposo e il massaggio per il leggero infortunio ti hanno dato freschezza. Direi che sei messo bene come inizio campestri!
Mi sa che domani o dopo vado a provare ste saucony jazz, sto usando le response cushion 19 dell'adidas, belle, ma non ho ancora quel feeling istintivo

arirun ha detto...

Dai lo sanno tutti che la staccata sotto il tunnel è l'unico punto buono per un sorpasso in formula 1..inizio a pensare che dovrei infortunarmi anch'io...chissà se dopo lo stop corro a palla come qualcuno che conosco :)

Fartlek ha detto...

Grande Frank, anche tu convertito alle mitiche Saucony Jazz!
Io sono solo al 5° paio! Scarpa davvero eccezionale.
Complimenti per l'ottima gara e l'ottimo tempo, che sarebbe potuto essere migliore, non fosse che la Rascasse è una curva notoriamente lenta... :-D

theyogi ha detto...

come se non ti fossi fermato! hai un fisioterapista coi fiocchi.... :)

Pimpe ha detto...

bella Frank.. allora se il 9/1 vieni su dallo zio vedrai a che velocita' andrai in primavera.. ti aspetto e complimenti per la gara di montecarlo. mi piacerebbe.. la segno per l'anno prox ;-)

kikourou-jerome_I ha detto...

Grande Franco,

Vedo che se gia in grande forma. Con un inizio stagione cosi andrai sicuramente forte nelle campestre... Non ti vedro in gara! Ho ancora 10 giorni di pausa invernale prima di riprendere :-)

A presto

Jérome

teo ha detto...

Forza Frank...e occhio alle strategie ai box:-)ciaoooo

Albe che corre ha detto...

..come fai a chidare le scarpe??
a parte gli scherzi, vedo che stai già benone!

fathersnake ha detto...

C'era anche il sole. Avrei voluto esserci, maledizione. Complimenti! Avevo letto del piazzamento già ieri, prima di leggere il post.

Kikko ha detto...

Bravo Frank ora abbiamo qualcosa in comune...le Saucony Jazz...sono già al 5°paio..leggere,ammortizzanti e pianta stretta giusta per il mio piede!
la suola si consuma un po dopo 800/900 km io le cambio.
Ciao mitico!

Marines ha detto...

Bel Recupero........
Io le prossime che prendero' saranno...
SAUCONY JAZZ 13

Sono al terzo paio..........

A BUMBAZZZZZZZZAAAAAAAAA

web runner ha detto...

gara a 3'20" in una settimana da 108 chilometri... ti dico giù il cappello, ed esco a correre al gelo, va'.

Hal78 ha detto...

Ben fatto Franco. Penso possa toglierti belle soddisfazioni quest'inverno. Complimenti.

franchino ha detto...

@ Giuseppe: ti ringrazio, spero di riuscire a mantenere un buono stato di forma per i cross.

@ Oliver: le hai prese? Le adidas le trovo con la suola troppo rigida, ad esempio a far lavorare bene le glide non riuscirei dovrei pesare 10 kg in più.

@ Arirun: e non ho neanche sfruttato la scia!

@ Fartlek: ti ringrazio! Eh la Rascasse è lenta ma la virage Fairmont ancor di più, fortuna che è in discesa e ho allungato le gambe... :-D

@ yogy: mani sante...

@ Pimpe: un globetrotter come te deve farla MonteCarlo, poi andiamo a festeggiare al cafè del casinò dell'hotel de paris... due caffè 7,40€.
Ma baffanqulo!

@ Jerome: ti aspetto per correre di nuovo insieme! Una sera torniamo alla Maddalena by night?!

@ teo: quando si è in forma la strategia è una sola: parti forte, continua in progressione e fai la volata! ;-)

@ Albe: altro che scherzi... Qundo nevica gli avvito sotto delle viti da ferro e le trasformo in A3 chiodate, anzi avvitate. L'anno scorso ci ho fatto anche dei lavori così!

@ Father: giornata stupenda davvero. Clima quasi primaverile. Dopo due edizioni con freddo e vento una e freddo e pioggia l'altra...

@ Kikko: ottimo, mi pare tu abbia anche le Boston come me per le gare no?

@ Marines: vedo che sono parecchio gettonate questo modello, mi fa piacere!

@ Web runner: freddo freddo in questi giorni, qua abbiamo corso a sottozero...

@ Hal: ma speriamo dai, l'impegno e la voglia ci sono!

icuginichecorrono ha detto...

Ciao io sto provando solo da due anni la bellezza della corsa,e mi sto appassionando sempre di piu,per me voi siete un'esempio,ho corso con pioggia neve freddo caldo della sardegna,ma è sempre stato un piacere,a presto e buone corse a tutti!!!un saluto da Gianni

Luca "Ginko" ha detto...

Ah però che mi strappi un ottimo risultato in terra monegasca. Ci sono stato l'8 dicembre a Montecarlo! Mannaggia che invidia. BUONE FESTE