venerdì 20 giugno 2008

TRASLAVAL, LE TAPPE

Sul sito della Traslaval sono state pubblicate le altimetrie e la descrizione delle tappe che andremo ad affrontare, che riporto qui sotto dettagliatamente:

29/06/2008 - 1ª tappa
Località: Pozza di Fassa - Gara in linea su percorso assolutamente inedito, attraversando le frazioni di Ronch e Moncion, ai piedi delle Torri del Vajolet.
Partenza ore: 17.00
Lunghezza: 9000 m.

Nella decima edizione, Pozza di Fassa ospita la tappa d’apertura con una prova in linea che porterà i concorrenti per la prima volta attorno le frazioni di Moncion e Ronch ;dopo aver affrontato la prima salita che porta verso Gardeccia e le Torri del Vajolet, si abbandonerà la strada per prendere una nuova forestale ai piedi dei bellissimi dirupi del Larsech. Nel tratto in discesa, non è possibile non fermare l’occhio sul Gruppo del Sella o, dall’altra parte, sulla pista dell’Aloch sotto Cima Undici e Cima Dodici.

30/06/2008 - 2ª tappa
Località: Moena - Strade forestali regolari, con un punto a metà percorso di discesa impegnativa per pendenza.
Partenza ore: 09.30
Lunghezza: 14000 m.

La tappa di Moena si snoda su un percorso ondulato, molto panoramico e comunque impegnativo; è la tappa del Giro delle Malghe, con il transito nelle frazioni di Peniola e di Medil, posti incantevoli dove non è possibile non lasciare un pezzetto di cuore. Lungo il percorso non mancheranno certo le salite da spezzare il fiato, ideali per scremare il gruppo, mentre le discese saranno alla portata di tutti, soprattutto mirate a non assistere a spiacevoli infortuni. I sentieri sono larghi e ben battuti, per una lunghezza complessiva di circa 14 km.

01/07/2008 - 3ª tappa
Località: Soraga - Prova a cronometro individuale su saliscendi. L'ideale per rimettere in gioco le posizioni di classifica.
Partenza ore: 09.30
Lunghezza: 9000 m.

Ma ecco la novità del 2008: una cronometro a metà settimana, per rimettere in gioco le sorti della classifica. Partenza del gruppone con apertura delle corse con la coda della classifica e, quando si entra nel vivo, una pausa anticipa la prova ad INSEGUIMENTO. Prenderà il via il primo della classifica, mentre il secondo partirà con il distacco accumulato nelle prime due tappe, e così via con il terzo, il quarto… L’arrivo sarà spettacolare, perché chi, tra loro, taglierà il traguardo per primo, sarà di fatto il leader provvisorio della classifica generale.

02/07/2008 - Riposo

03/07/2008 - 4ª tappa
Località: Campitello di Fassa - Percorso a mezza costa sopra gli abitati di Fontanazzo, Campestrin e Mazzin.
Partenza ore: 09.30
Lunghezza: 10000 m.

In una settimana che mette a dura prova la resistenza dei concorrenti, ecco finalmente un po’ di respiro prima di affrontare l’ultima giornata con arrivo in quota. Il percorso è molto suggestivo, a mezza costa sopra gli abitati di Fontanazzo, Campestrin e Mazzin, dove è previsto il giro di boa per l’ultimo allungo semi-pianeggiante lungo il torrente Avisio. In mezzo ai boschi, nella prima parte di gara, un guado di un torrente rappresenta da molte edizioni una particolarità speciale, e molte immagini fotografiche sono state fermate dagli obbiettivi dei fotografi.

04/07/2008 - 5ª tappa
Località: Alba di Canazei - Conca del Ciampac - Gara in salita su sentieri e strade forestali con arrivo in quota a 2.142 mt. Slm.
Partenza ore: 09.30
Lunghezza: 13000 m.

La conca del Ciampac propone in questa decima edizione della Traslaval, il mitico “Tappone”, gara con arrivo in quota a 2.142 metri.

9 commenti:

SPAGHETTO... ha detto...

se nei primi 4 giorni correrai con la testa....nell'ultima tappa (con quella altimetria)farai la differenza!!!!!....molti saranno alla frutta!!!!!

franchino ha detto...

E io sarò al caffè se non all'ammazzacaffe...!
Vedremo..., io sarò contentissimo già solo a concludere tutto il giro Quest'anno vada come vada, le salite non sono il mio forte e non le ho è potute preparare come avrei voluto.

kikourou-jerome_I ha detto...

Vedo che 10 giorni prima della gara sei gia a 100% preparato con la testa sei gia li... Buon riposo per la prossima settimana e "Bonne Chance".

Enjoy

Jérome

franchino ha detto...

Mercì mon ami...!

Furio ha detto...

Franchino goditi il giro panoramico e divertiti più che puoi ;)
Magari prepara bene questa che è dalle vostre parti e c'è ancora tempo ;)

Conosci quei posti? Sono stato negli ultimi anni sia sullo Chaberton che sullo Chenaillet...ho un sacco di foto, posti tristi, memorabili e suggestivi; ai tempi della seconda guerra mondiale, quando venne proclamato l'armistizio, i tedeschi dalla Francia entrarono da Monginevro, sparando sui soldati italiani senza ordini; mio nonno che era nella Guardia Alla Frontiera (GAF), si salvo buttandosi giù per un dirupo e da li iniziò la fuga a piedi che lo avrebbe portato a casa fino a Soave(VR); fu uno dei pochi che si salvarono.
Ovviamente quest'anno non vi parteciperò, ma l'anno prossimo spero proprio di si..

In bocca al lupo, gran bella scelta ;)

Claudio ha detto...

Che meraviglia! Che bei ricordi di Pozza di Fassa, di Moena delle Torri del Vajolet... meraviglia davvero

UomoCheCorre ha detto...

@Franco
Complimenti Franco. Sicuramente sarà una bellissima esperienza, non solo come gara.

@Furio
Lo conosco da pochi anni lo Chaberton, ma è ormai meta fissa del mio escursionismo estivo.

Mathias ha detto...

e tu vuoi arrivar sino là in cima..capperi..ti starai allenando molto per la salita. Franco, a tempo debito posso chiederti qualche consiglio per gli allenamenti in salita. A metà agosto parteciperò ad una gara molto pendente e non ho idea di come programmar gli allenamenti!Ne parlo tra 7/8giorni sul blog!

franchino ha detto...

@ Furio: sì Furio, la scelta della gara è stata fatta anche per il paesaggio che ci circonderà. Sono stato 10 mesi a Predazzo per il corso da finanziere girando in lungo e largo la Val di Fiemme e dintorni. Mi sono sempre ripromesso di tornarci ma tra una cosa e l'altra non ci sono mai riuscito. Così invece unisco l'utile al dilettevole, anzi il dilettevole al dilettevole!

Non conosco i posti dello Chaberton, me ne ha parlato Andrea come ha scritto qui sopra. Attendo un'uscita insieme se ne avrà voglia...!

Allora ti aspetto/aspettiamo l'anno prossimo!
Ciao!

@ Claudio: meraviglia allo stato puro!

@ Andrea: Il prossimo anno potremo organizzare... un amante come te delle montagne là si trova in paradiso.

@ Mathias: in realtà non sono mica tanto stambecco...! In principio pativo fisicamente e psicologicamente anche brevi dislivelli... Adesso vai a capire, ne sono attratto. Così come mi sta prendendo il pallino della corsa in natura, il cosiddetto "spirito trail". Vedremo dove mi porteranno queste nuove sensazioni.
Nel mio piccolo ti aiuterò molto volentieri Mathias, ho un paio di articoli salvati che parlano della corsa/allenamento in salita.

Ciao a tutti e grazie!