sabato 19 luglio 2008

TOUR LANGHE E ROERO 2008, 2a TAPPA

Qualcuno disse che la miglior difesa è l'attacco...

Il Tour delle Langhe oggi proponeva la tappa più dura, 13,1 km con un profilo altimetrico impegnativo e molto nervoso. Si partiva dalla piccola frazione Cappelletto di Trezzo Tinella per arrivare a Lequio Berria. Come ieri quindi in compagnia di Augusto ci siamo recati al paese sede dell'arrivo di tappa e con la navetta abbiamo poi raggiunto il luogo della partenza. Dopo un veloce riscaldamento si parte.
Dopo un breve falsopiano a salire incontriamo subito la salita più lunga di 3 chilometri. La partenza fortunatamente è tranquilla e io corro agevolmente nel gruppo di testa. Appena la strada inizia a salire il plurimedagliato di corsa in montagna Galliano inizia ad allontanarsi progressivamente. Noi rimaniamo ancora tutti insieme, quantomeno quelli di classifica e inizia un balletto di sguardi per vedere chi scatta prima o comunque per capire come si svilupperà la tappa. I distacchi in generale infatti non sono elevati ed una tappa come oggi può far perdere secondi preziosi.
Poco alla volta ci sgraniamo, l'andatura nonostante la salita è aumentata e due atleti riescono a staccarci; io mi ritrovo in compagnia del drago Giordanengo con cui scollino. Mi volto indietro e vedo che l'atleta che mi segue in classifica generale si sta attardando leggermente. Decido dunque di mantenere un'andatura elevata anche in discesa, stacco Giordanengo e inizio un lungo tratto di gara in solitaria. Al termine della discesa il tracciato è scosso da continui saliscendi che affronto abbastanza bene e poco alla volta mi avvicino fino a raggiungerlo sulla salita finale l'atleta in terza posizione odierna. Con lui termino la salita e a poco meno di cinquecento metri dall'arrivo, ormai siamo su un tratto in discesa allunga. Io di certo non voglio impegnarmi in un inutile arrivo in volata, infatti in generale mi precede di quasi 40 secondi. Arrivo quindi quarto di tappa a pochi metri dal terzo e con la bella prestazione di oggi riesco a portarmi dalla quinta in quarta posizione in classifica generale (ieri ero arrivato settimo assoluto ma due atleti erano giornalieri).

5 commenti:

Pimpe ha detto...

... a missile!! ottima prova!! io non dico niente ma..... shhhhhhhhh!
ne parliamo piu' avanti.. compliments....

Anonimo ha detto...

Certo che siamo proprio grandiosi.
Alla Traslaval tutti che scrivono, torni in Piemonte, vai meglio e cadi nel dimenticatoio podistico.
Ci meritiamo un Ricco' runner
:-)) \\

Anonimo ha detto...

Campione, ma non ti fermi mai eh?!?
Che tenacia... sono certa che farai un gran figurone anche questa volta, UN BACIONE
GIULIA

UomoCheCorre ha detto...

Meno male che era la tappa più dura. Sei riuscito a fare una strage di podisti... Complimenti davvero!!!

Alvin ha detto...

Se questa era quella più dura... chissà cosa avrai combinato oggi...sei un'aereo!!!!