mercoledì 29 giugno 2011

TRASLAVAL 2011, 3a TAPPA

Le piogge che sono cadute copiose nelle settimane passate sul nord Italia non hanno risparmiato questa parte del Trentino tanto che una parte di montagna è franata cancellando una buona parte del sentiero che avremmo dovuto percorrere ieri in occasione della terza tappa della Traslaval.
Evento che ha costretto lo staff organizzatore, a pochi giorni dal via, a ridimensionare il percorso accorciandolo di circa due chilometri e introducendo una salita più impegnativa del previsto.

Il ritrovo martedì mattina è ad Alba di Canazei, nei pressi del palazzetto del ghiaccio. Da lunedì soffro per un leggera contrattura al polpaccio destro che ho cercato di tenere sotto controllo massaggiando la parte, durante il riscaldamento sento ancora il fastidio ma di intensità molto lieve.
Alla partenza si affronta da subito la salita, prima corribile di circa un chilometro, poi a seguire altri tre piuttosto impegnativi che ci portano ad attraversare le caratteristiche frazioni di Verra e Lorenz per poi introdurci nel bosco. La pendenza è notevole e nel tratto di sentiero boschivo sono costretto ad alternare la corsa alla camminata, ciò permette ai due atleti che mi seguono in classifica generale di sorpassarmi e così di scollinare in settima posizione. La mia speranza che la discesa sia corribile come il giorno prima a Moena è ben presto disattesa: da un sentiero single track piuttosto tecnico il tracciato ritorna sulla salita iniziale in ciotolato che collega le frazioni precedentemente toccate, solo negli ultimi due chilometri la pendenza è più corribile permettendomi così di riconquistare una posizione in classifica.

Questa tappa è stata molto dura ma bella scenograficamente, abbiamo corso in una splendida giornata di sole all'ombra del Gran Vernel e della Marmolada con una bella vista, quando siamo stati in quota, della conca del Ciampac. Oggi giornata di riposo, domani si riparte con una tappa interlocutoria di tredici chilometri senza grosse difficoltà almeno sulla carta prima del gran finale di venerdì.
In classifica generale nessun cambiamento almeno per quello che riguarda le prime posizioni.

Qui le classifiche e qui il comunicato stampa odierno.

3a tappa
8,57 km in 39'05''
6° classificato.


Massimo Galliano in azione con il Gran Vernel sullo sfondo (foto Newspower.it).

8 commenti:

Pimpe ha detto...

dai che domani ti tiro io................ le monetine :-))))

La Polisportiva ha detto...

Grande Franchino! Vola, vola,..volaaaaaaaa!!!;-)

Patty ha detto...

certo che sono proprio posti incantevoli........Forza!

franchino ha detto...

@ Pimpe: ecco lanciamene un paio che devo andare a compare i cerotti... ;-)

@ Polisportiva: ehi, son volato davvero! Stamattina ho preso le misure tra ponticello e sentiero... :-$

@ Patty: indubbiamente, a quando una tua partecipazione?

... E io corro! ha detto...

con quei dislivelli,io non riuscirei a godermelo il paesaggio, anzi penso che forse non lo vedrei neanche per la fatica! ;)

Giuseppe ha detto...

Sicuramente grande spettacolo per la vista.
Questa è una gara dove ci vuole un gran motore, tu stai dimostrando di averlo. Complimenti.

Luca "Ginko" ha detto...

Punto 1 prezioso euro sul 5 posto assoluto!

Pimpe ha detto...

stesso ponticello, in piedi per miracolo..... che sfiga.. ma quello prima del via ,gufare tutti per 10 minuti ininterrotti... non si fa...